Itinerario alla scoperta di Roma Barocca

Itinerario alla scoperta di Roma Barocca

Nel 1600 in Italia e nel resto d'Europa si sviluppò il movimento culturale chiamato Barocco. In particolare, l'origine di questo stile è chiaramente legata alla città di Roma, dove si sviluppò intorno agli anni 30 del Seicento e in pochissimo tempo diventò lo stile preferito della Chiesa Cattolica e delle monarchie. L’itinerario guida il turista alla scoperta dei luoghi più importanti del Barocco a Roma.
 
 
La prima tappa del nostro itinerario alla scoperta di Roma Barocca è la Galleria Borghese situata nel verde del parco pubblico più amato dai romani. La sua straordinaria collezione, definita la più bella collezione del mondo, fu creata a partire dal 1607 per volere del cardinale Scipione Caffarelli Borghese e, per quanto riguarda l’arte Barocca, comprende alcune tra le sculture più famose di Bernini e meravigliosi dipinti di Caravaggio e Domenichino. La seconda tappa è la Chiesa di San Carlo alle Quattro Fontane in via del Quirinale, conosciuta anche come San Carlino per le sue modeste dimensioni. La piccola chiesa fu costruita nel XVII secolo su progetto dell’architetto Francesco Castelli detto Borromini, uno dei più innovativi interpreti del Barocco. Anche l'attiguo chiostro è opera di Borromini.
 
 
Proseguendo su via del Quirinale, dopo pachi passi, ci si imbatte in un altro capolavoro dell’architettura Barocca, la Chiesa di Sant'Andrea al Quirinale, detta anche Sant'Andrea a Monte Cavallo. La piccola chiesa, conosciuta anche come la "perla del barocco", fu edificata tra il 1658 e il 1678 su progetto di Gian Lorenzo Bernini ed è la prima chiesa che l'artista ha realizzato da solo dando piena espressione alla sua visione fantastica dello spazio architettonico. L’itinerario prosegue con una visita ai Musei Capitolini ospitati nel Palazzo dei Conservatori e nel Palazzo Nuovo, il più antico museo pubblico al mondo, fondato nel 1471 da Sisto IV. I musei conservano diversi capolavori Barocchi, tra i quali si segnalano il "Busto di Medusa" del Bernini e i dipinti di Pietro da Cortona, uno dei grandi protagonisti del Barocco.
 
 
La tappa successiva del nostro itinerario è la Chiesa di Sant'Ignazio di Loyola in Campo Marzio, suggestivo edifico in stile Barocco costruito nel 1626 al posto della cinquecentesca chiesa dell’Annunziata su progetto dell'architetto Orazio Grassi, sotto la supervisione di Carlo Maderno. Di notevole bellezza al suo interno lo straordinario ed immenso affresco "Gloria di Sant'Ignazio" di Andrea Pozzo, considerato uno fra i massimi esponenti del Barocco. Poco distante si trova la piccola Chiesa di San Luigi dei Francesi, un vero e proprio gioiello d'arte Barocca realizzato da Domenico Fontana su progetto di Giacomo Della Porta, al cui interno si possono ammirare tre magnifiche tele di Caravaggio che ripercorrono la vita di San Matteo. Merita una visita anche la vicina Chiesa di Sant'Ivo alla Sapienza realizzata nella seconda metà del XVII secolo da Borromini, considerata anch'essa un capolavoro del Barocco.
 
 
L’itinerario prosegue in una delle piazza più famose di Roma, Piazza Navona, nonché uno dei complessi urbanistici più scenografici e caratteristici di Roma Barocca. La pittoresca piazza presenta elementi architettonici e scultorici Barocchi di notevole bellezza quali: la Chiesa di Sant'Agnese in Agone, l'edificio di maggior spicco della piazza, la cui costruzione fu iniziata da Girolamo e Carlo Rainaldi e ultimata da Francesco Borromini; la Fontana dei Quattro Fiumi, progettata e realizzata da Gian Lorenzo Bernini, che svetta magnifica e maestosa al centro della piazza; la Fontana del Moro, realizzata intorno al 1575 su progetto di Giacomo della Porta e successivamente perfezionata da Bernini; la Fontana del Nettuno, progettata da Giacomo della Porta e terminata da Zappalà e Della Bitta; e Palazzo Pamphilj, edificato su progetto di Girolamo Rinaldi, al cui interno diverse sale presentano magnifici affreschi di Pietro da Cortona.
 
 
Dalla piazza si prosegue su via dei Coronari fino a raggiungere la Basilica di San Giovanni Battista dei Fiorentini in via Acciaioli, la chiesa chiesa nazionale dei fiorentini a Roma, al cui interno spiccano alcuni monumenti funebri realizzati dai maggiori scultori dell'età Barocca: Bernini, Algardi, Maderno e Borromini. A questo punto l’itinerario prosegue su Ponte Sant'Angelo, dove si possono ammirare le dieci statue raffiguranti gli Angeli della Passione scolpiti su disegno di Bernini dai suoi allievi. Infine, il nostro itinerario alla scoperta di Roma Barocca si conclude in Piazza San Pietro, una tra le più scenografiche realizzazioni architettoniche della Roma Barocca. Centro mondiale della Religione Cristiana nella Città del Vaticano, la piazza fu realizzata fra il 1656 e il 1667 su progetto di Bernini.