Itinerario alla scoperta delle piazze più belle di Roma

Itinerario alla scoperta delle piazze più belle di Roma

Maestose, suggestive, romantiche, vivaci e così ricche di magnifici monumenti, le piazze di Roma rappresentano senz’altro il modo migliore per conoscere la vera anima della città. La storia della Capitale passa anche ed in particolare dalle sue piazze, ognuna delle quali ha qualcosa da raccontare e soprattutto da mostrare. L’itinerario proposto guida il turista in una piacevole passeggiata alla scoperta delle piazze più belle di Roma. L’itinerario è piuttosto lungo, pertanto è possibile scoprire le diverse piazze anche in più giorni.
 
 
L’itinerario non poteva che partire dalla famosa ed affascinante Piazza di Spagna, situata a pochi passi dal nostro hotel. Così chiamata perché vi si trova l’Ambasciata di Spagna presso la Santa Sede, la piazza è posta alla fine di via dei Condotti e rappresenta uno degli ambienti più scenografici di Roma. Frequentata da artisti e letterati fin dal XVI secolo, la piazza è dominata dalla monumentale scalinata di Trinità dei Monti, capolavoro simbolo della città realizzato tra il 1723 e il 1726 su progetto dell’architetto romano Francesco De Sanctis. Al centro della piazza vi è la bellissima Fontana della Barcaccia, opera del 1629 realizzata da Pietro e Gian Lorenzo Bernini, mentre sulla destra si trova l’ultima dimora del poeta John Keats, oggi diventata un museo.
 
 
Proseguendo su via del Babuino si raggiunge Piazza del Popolo, ultima grande realizzazione della Roma papale, che prende il nome dalla chiesa di Santa Maria del Popolo, dove sono custodite pregevoli opere d’arte, tra cui due celebri dipinti del Caravaggio. Su di essa affacciano anche le due chiese gemelle Santa Maria di Montesanto e Santa Maria dei Miracoli. La piazza, che deve il suo aspetto all’opera dell’architetto Giuseppe Valadier, presenta al centro uno dei più grandi obelischi di Roma, l’obelisco Flaminio, risalente all’epoca dei faraoni Ramesse II e Merenptah e portato a Roma da Augusto. La tappa successiva è la piccola Piazza di Trevi, che ospita una delle fontane più celebri al mondo, la Fontana di Trevi, alla quale è legata una leggenda secondo la quale a chi getta una moneta nella fontana, di spalle, il ritorno a Roma è garantito.
 
 
L’itinerario prosegue con una passeggiata in Piazza della Rotonda, dove si trova un altro dei monumenti più belli ed importanti della città, il Pantheon, nonché uno dei monumenti dell’antica Roma meglio conservati, nelle cui cappelle sono custodite le tombe dei primi due re d’Italia e di importanti artisti quali Raffaello Sanzio ed Annibale Carracci. Costruito per volere dell’imperatore Adriano tra il 118 e il 125 d.c. sui resti di un precedente tempio, l’edificio nel 609 è stato consacrato come chiesa cristiana con il nome di Santa Maria ad Martyres. Al centro dell’elegante piazza vi è una magnifica Fontana realizzata dallo scultore Leonardo Sormani su un disegno del 1575 dell’architetto Giacomo della Porta, anche se poi in seguito, nel XVIII secolo, fu modificata dal progetto dell’architetto Filippo Barigioni.
 
 
A pochi passi si trova Piazza Navona, la più bella ed elegante piazza barocca di Roma. Costruita per volontà di papa Innocenzo X sulle ceneri dell’antico Stadio di Domiziano, la piazza è ricca di magnifiche opere ed importanti edifici, tra cui: la splendida Chiesa di Sant’Agnese in Agone, la cui costruzione si deve all’architetto Francesco Borromini; la Fontana dei Quattro Fiumi, ideata da Gian Lorenzo Bernini ed eseguita, fra il 1650 e il 1651, dai suoi allievi; la Fontana del Moro, opera di Giacomo della Porta in seguito perfezionata da Bernini; e la Fontana del Nettuno, progettata da Giacomo della Porta e completata da Zappalà e Della Bitta. L’itinerario prosegue nella vicina Piazza Campo de’ Fiori, storica piazza dove dal 1869 ogni mattina, ad eccezione della domenica, si tiene un vivace e colorato mercato all’aperto, tra i più caratteristici di tutta Roma.
 
 
Merita una visita anche l’imponente ed elegante Piazza Venezia, il luogo in cui si intersecano alcune delle strade più importanti del centro. La piazza ospita sul lato occidentale Palazzo Venezia, da cui prende il nome, e sul lato sud il Complesso Monumentale del Vittoriano, colossale monumento in onore di Vittorio Emanuele II conosciuto anche come “Altare della Patria”. Costruito tra il 1885 ed il 1911 su progetto di Giuseppe Sacconi, il Vittoriano rappresenta la maestosità di Roma, l’unità del paese e “l’amor di patria”. Al suo interno vi sono anche musei e spazi espositivi, dove periodicamente vengono realizzate grandi mostre d’arte. La tappa successiva è Piazza di Santa Maria in Trastevere, la quale prende il nome dalla bellissima Basilica di Santa Maria in Trastevere con i suoi mosaici ed affreschi medievali. La piazza ospita al centro una fontana del XV secolo attribuita al Bramante, e intorno ad essa la settecentesca casa dei Canonici e il palazzo di San Callisto.
 
 
Infine, il nostro itinerario alla scoperta delle piazze più belle di Roma si conclude in Piazza San Pietro, straordinario capolavoro progettato dal Bernini e realizzato fra il 1656 e il 1667 sotto papa Alessandro VII. Posta a margine del centro storico, la piazza è dominata dalla maestosa Basilica di San Pietro, ancora oggi una delle chiese più grandi al mondo. La basilica, alla cui realizzazione hanno partecipato moltissimi artisti, custodisce al suo interno un gran numero di capolavori, tra i quali spicca la Pietà di Michelangelo, opera che meraviglia da secoli per tecnica ed emotività. Al centro della piazza si trova l’obelisco Vaticano, ai cui lati sono poste due fontane, opere di Carlo Maderno e di Carlo Fontana, risalenti rispettivamente al 1613 e 1677.